Stati Uniti, un uomo paga le tasse con cinque carriole di monete

0
614

Un uomo d’affari degli Stati Uniti nel contenzioso con la Motorizzazione Americana ha pagato il suo debito di 3.00’ dollari utilizzando cinque carriole contenenti 300.000 monete.

Nick Stafford di Cedar Buff, nello stato della Virginia, ha consegnato così tante monete che le macchinette conta soldi del dipartimento non sono riuscite a far fronte al volume

La sua consegna ha richiesto 11 persone, assunte appositamente per confezionare i rotoli di carta delle monete, la conta ha impiegato il personale per almeno sette ore, lavorando fino a tardi. Il peso totale di tutte le monete era di circa 730 kili

Mr Stafford ha detto alla BBC che lo ha fatto per protesta contro il trattamento subito dai dipartimenti del governo perché dovrebbero essere più disponibili alla richieste che vengono fatte dai cittadini.

“Non dovrebbe importare a nessuno se io pago 300 o 3000 dollari l’anno di tasse, se richiedo un informazione, perché la spina dorsale di una libera democrazia / Repubblica inizia con la trasparenza del governo, punto”, ha detto.

Mr Stafford spiega sul sito della sua azienda che la sua disputa con la motorizzazione è sorta perché il reparto contattato non gli avrebbe dato i numeri di telefono diretti di chi chiamare per registrare tre veicoli e pagare l’imposta sulle vendite – tenendo presente che possiede tre case in luoghi diversi.

Ha fatto richiesta a “Freedom of Information” per un numero di telefono diretto, e finalmente gli è stato indicato un numero a cui poteva chiamare. Ma quando lo ha fatto, è stato informato che quel numero non era da utilizzare per rispondere alle richieste del pubblico.

Mr Stafford poi ha chiesto di conoscere i numeri diretti di altri nove uffici fiscali, ma la Motorizzazione aveva già risposto alla sua richiesta iniziale e quindi non ha fornito quanto richiesto perché la sua prima richiesta era già stata evasa. Quando gli è stata rifiutata l’ulteriore istanza si è infuriato ed è andato in tribunale per discutere il suo caso.

All’inizio di questa settimana un giudice ha respinto le tre cause legali che ha depositato, rifiutando la suo appello alla Motorizzazione ed la pretesa di multa ai dipendenti. Ma i rappresentanti legali dello Stato hanno fatto consegnare a lui i numeri di telefono richiesti – la maggior parte delle quali ormai esposti bene in vista sul suo sito web.

Mr Stafford dice la Motorizzazione ha dovuto accettare la sua insolita forma di pagamento perché l’Act Coinage del 1965 dice che le monete sono “moneta corrente legale per tutti i debiti, gli oneri pubblici, imposte e tasse”.