La Regina e i suoi cani

0
634

Quando si pensa a quali sono i fedeli compagni dell’aristocrazia o comunque di persone che hanno una posizione altolocata non c’è dubbio che la mente voli ai corgis della regina Elisabetta II.

Certamente sono gli animai da compagnia più vezzeggiati ed accuditi, sua maestà infatti li ha con se ha oltre 13 anni, da quando suo padre Giorgio VI le regalò la capostipite Susan. Da allora i suoi welsh corgis si sono succeduti a corte proprio come i suoi regnanti: nutriti benissimo con carni di prima scelta, presenze fisse durante le occasioni importanti e viaggiatori esperti su navi, elicotteri, carrozze e limousine, i nome dei cani oggi presenti a palazzo sono Holly, Willow, Vulcan e Candy e sono stati immortalati da Annie Leibovitz insieme alla regina al castello di Windsor in occasione del suo 90esimo compleanno, e hanno partecipato all’iconica passeggiata in compagnia di Daniel Craig-James Bond nello spot delle Olimpiadi di Londra 2012.

La nuova generazione dei principini invece è affiancata da Lupo, il cocker spaniel di Kate Middleton e i jack russel del principe Carlo. Questi, sono gli eredi dei cani che amava la regina Vittoria, che aveva però anche un debole per i cavalier king, che cercarono di sostituire con volpini e carlini senza successo.

In conclusione , se si pensa quando un cane viene inserito in un contesto d’èlite ,non è mai visto solo come un animale da compagnia ma diventa membro integrante della famiglia e di un tassello irrinunciabile nella vita di quest’ultima.

In un celebre ritratto di Tiziano di Carlo V, per esempio, viene rappresentato il re che accarezza il suo Sampere, un pastore irlandese che lo guarda in adorazione.